La Macedonia è rimasta due settimane in attesa dei risultati ufficiali delle elezioni politiche. Ma la Commissione elettorale macedone ha annunciato ieri sera che ha vinto la maggioranza dei seggi (51) il Partito democratico per l’Unità nazionale macedone (Vmro Dpmne), guidato da Nikola Gruevski (nella foto). A seguire l’Alleanza socialdemocratica di Macedonia (Sdsm, opposizione) con 49 seggi, mentre le quattro liste dei partiti albanesi in Macedonia hanno vinto un totale di 20 seggi.

parlamento-mace_19189305_421f07174f544f31647a29c473bd20fb69907dd5

 

https://magic.piktochart.com/embed/19189305-parlamento-macedone

I risultati definitivi arrivano dopo le elezioni ripetute al seggio di Tearce (cittadina a 50 chilometri dalla capitale Skopje), che si sono svolte senza incidenti: Sdsm ha ottenuto 245 voti, un centinaio di più di Vmro Dpmne, cosa che non è stata sufficiente a cambiare i risultati di due settimane fa.

bersani_speechNessuno dei due principali partiti è in grado di formare un governo, che richiede la maggioranza di 61 deputati tra i 120 seggi del Parlamento. La situazione di Nikola Gruesvki ricorda quella di Pierluigi Bersani dopo le elezioni dell’aprile 2013, primo nel voto ma “non vincitore” perché senza numeri per diventare premier. I due grandi partiti o fanno una grande coalizione tra loro, oppure sono obbligati a formarne una con i partiti albanesi della Macedonia. Che con i loro 20 seggi possono essere decisivi per la formazione di un governo.

Andrea Boeris

Annunci